La Nazione: "Recuperate dalla Fondazione Conservatori Riuniti di Siena - Recuperate nuove Opere di Zalaffi, l'Artista della croce sull'Amiata"

Visualizza articolo »

Visualizza invito »

Articolo di SienaFree.it

Segnaliamo il link sul comunicato stampa per la presentazione del restauro del dipinto di Astolfo Petrazzi.

Leggi tutto...

Sei dipinti di proprietà della Fondazione Conservatori Riuniti di Siena sono in corso di restauro. L'operazione nasce dalla collaborazione con l'Istituto per l'Arte e per il Restauro Palazzo Spinelli a Firenze. Le opere, corredate ognuna da un progetto tecnico e scientifico, rimarranno nei laboratori fiorentini dell'Istituto per l'intero anno accademico 2013-2014 e saranno restaurati dagli studenti assistiti dal corpo docente.

Grande successo della visita guidata alla Chiesa di San Raimondo al Refugio, di recente restaurata e normalmente chiusa al pubblico.

Leggi tutto...

La Fondazione Conservatori Riuniti di Siena e l'Associazione Centro Guide, in occasione dell'iniziativa "Arcobaleno d'Estate", presentano una visita guidata alla chiesa di San Raimondo al Refugio, di recente restaurata e normalmente chiusa al pubblico.

Leggi tutto...

All'interno del volume "Siena, la Toscana, l'Europa. Studi sul patrimonio artistico e la conservazione in onore di Bernardina Sani" è stato pubblicato un saggio del Dottor Michele Occhioni relativo alla Chiesa di San Raimondo al Refugio.

Leggi tutto...

Nei giorni 16 e 17 maggio 2013 si è tenuto a Chiusdino un convegno relativo all'iconografia di San Galgano.
All'interno delle due giornate di studi il Dottor Michele Occhioni ha parlato di tre opere di proprietà della Fondazione ubicate all'interno della Chiesa di San Raimondo al Refugio dove sono raffigurati episodi di vita del santo.
Il programma del Seminario è consultabile nel sito: http://sangalganoarte.altervista.org

 

Il dipinto di Astolfo Petrazzi raffigurante l'Adorazione dei Magi conservato all'interno della Chiesa di San Raimondo al Refugio è in corso di restauro.

Leggi tutto...

Una tavola dipinta attribuita a Sano di Pietro raffigurante una Madonna col Bambino, san Giuseppe e due angeli è esposta all'interno della Chiesa di San Raimondo.

Leggi tutto...

FONDAZIONE CONSERVATORI RIUNITI: RESTAURATA CON IL CONTRIBUTO DELLA FONDAZIONE MPS LA CHIESA DI SAN RAIMONDO, RICCHEZZA DELL'ARCHITETTURA SENESE – APRIRA' LO SPAZIO ESPOSITIVO DELLA FONDAZIONE . QUESTE AZIONI CONTRIBUIRANNO ALLA CANDIDATURA DI SIENA CAPITALE DELLA CULTURA EUROPEA 2019

Leggi tutto...

Nei giorni 20, 21 e 22 maggio 2011, presso la caserma Santa Chiara, la Nobile Contrada del Nicchio, nel cui territorio si trova la Fondazione, ha celebrato la terza edizione della Festa dell'Abbadia Nuova, con una mostra dedicata all'arte ceramica contemporanea.

Leggi tutto...

Lunedi 25 novembre in allegato al Sole 24 ORE è uscito un inserto relativo alle fondazioni del centro-nord in Italia. Nella prima pagina è riportata la Fondazione Conservatori Riuniti di Siena

Visualizza articolo »

Nel corso della campagna di verifica del patrimonio storico-artistico della Fondazione Conservatori Riuniti, attualmente in via di completamento, sono stati rinvenuti paramenti sacri e indumenti vari destinati all'uso liturgico risalenti al XVIII e al XIX secolo, precedentemente non catalogati, che verranno esaminati e schedati secondo le direttive della Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici di Siena. Un'altra importante acquisizione è avvenuta con il ritrovamento di tre vesti antiche che potrebbero risalire a Aurelio Chigi, fondatore dell'antica istituzione di cui la Fondazione è erede.


 

 

La Fondazione Conservatori Riuniti, grazie anche al contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, ha intrapreso nell'anno 2009 il restauro della facciata marmorea e del tetto della chiesa di San Raimondo al Refugio, con l'intento di rendere la chiesa stessa accessibile alla cittadinanza e ai visitatori, dopo un lungo periodo di chiusura.

La Fondazione Conservatori Riuniti ha iniziato alla fine dell'anno 2008 una verifica del cospicuo numero di beni di interesse storico-artistico che fanno parte del suo patrimonio, sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici di Siena e con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, durante la quale sono state revisionate e aggiornate le vecchie schede di catalogo ministeriali e si è provveduto a fotografare in formato digitale la totalità degli oggetti schedati.
La catalogazione si estenderà anche ai numerosi libri antichi, ai documenti storici e alle vecchie fotografie posseduti dalla Fondazione, che fino ad ora sono privi di una schedatura organica.