"La tavola è a forma di ferro di cavallo, apparecchiato soltanto dalla parte esterna. Ogni quattordici ragazze siede un’istitutrice. Al centro del tavolo, sul lato curvo, la direttrice, che quando fa segno di alzarsi, automaticamente, si formano le file per l’uscita. Allora si va. A prendere la cartella, in chiesa per una piccola preghiera, a scuola."

Il testo è tratto dal romanzo I fantasmi dell'Impero.

La foto è un'immagine di proprietà della Fondazione.

Il tavolo esiste ancora.

La stanza è l'odierna sala lettura delle biblioteca della Facoltà di Lettere e Filosofia di Siena.