I Conservatori Riuniti di Siena, detti del Refugio , nacquero alla fine del XVI secolo come istituzione benefica, promossa dalla famiglia Chigi. Alla fine del Settecento, per volontà del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo, acquisirono la nuovo identità di Conservatorio di San Raimondo al Refugio, finalizzato all’educazione e all’istruzione delle giovani. Dopo l’Unità d’Italia, dalla fusione del Conservatorio con altri enti, nacquero i Regi Conservatori Riuniti di Siena, diventati successivamente i Conservatori Femminili Riuniti di Siena. Lo stemma della Fondazione ancor oggi ricorda gli stemmi dei conservatori soppressi.

Importanti collezioni e un prezioso patrimonio documentale testimoniano le interessanti e articolate vicende dei Conservatori attraverso i secoli.
I Conservatori Femminili Riuniti , a Siena in via del Refugio 4, sono un'antica istituzione pubblica, con finalità di istruzione, educazione e cultura. Dall'11 settembre 2006, sono stati trasformati nell'attuale Fondazione Conservatori Riuniti di Siena con personalità giuridica di diritto privato, senza scopo di lucro. E' soggetta alla vigilanza del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, che provvede alla nomina dei tre membri del consiglio di indirizzo, a cui spetta l'indicazione delle linee strategiche sulle quali la Fondazione, nel rispetto degli scopi statutari, orienta le proprie scelte .  

La politica della Fondazione è orientata nell’interesse della promozione e valorizzazione dei beni storico-artistici di sua proprietà che comprendono un vasto patrimonio di dipinti, sculture, mobili, ceramiche, paramenti sacri, reliquiari, libri antichi.

Per prendere appuntamenti, ricevere informazioni, richiedere una visita all'interno della Chiesa e della struttura, la Fondazione offre un servizio di segreteria aperto ogni martedì dalle ore 9:30 alle ore 13:30.